Ofzen And Computing è supportato dai lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione senza alcun costo per te. Come affiliato Amazon guadagno dagli acquisti idonei.

Come funziona la resistenza in D&D 5E? [Comprendere la riduzione dei danni]

Come funziona la resistenza in D&D 5E
  Scritto da: Ashish Arya
Aggiornato il: 09/11/2023
Est. Lettura: 6 minuti

Quindi, hai deciso di addentrarti nell'intricato e accattivante mondo di Dungeons and Dragons 5a Edizione, o D&D 5E, come lo chiamano affettuosamente i fan.

Ma mentre viaggi attraverso questo regno di draghi, magia e pericolo, ti sei imbattuto in un concetto complicato: la resistenza. La grande domanda che hai in mente in questo momento è: come funziona la resistenza in D&D 5E?

Comprendere la resistenza è come capire come il tuo personaggio può affrontare un drago infuocato e andarsene con un solo segno.

Si tratta di sapere quando i tuoi incantesimi stanno avendo un impatto o perché l'enorme mazza di un orco non ti schiaccerà come un insetto. Insieme, sveliamo il mistero dietro questa meccanica di gioco cruciale.

Qual è la regola di resistenza in D&D?

Nell'avvincente mondo di Dungeons & Dragons, la resistenza gioca un ruolo chiave nella sopravvivenza dei personaggi e nell'implementazione della strategia. È fondamentale comprenderne la teoria se intendi navigare con successo in questo fantastico universo.

Qual è la regola di resistenza in D&D?

Se il tuo personaggio o un oggetto possiede resistenza a un certo tipo di danno, quel danno viene dimezzato quando gli viene inflitto.

Immagina che il tuo personaggio sia resistente ai danni da fuoco. Se un nemico lancia un incantesimo causando 20 punti di danno da fuoco, il tuo personaggio riceverà solo 10 punti a causa della sua resistenza intrinseca.

È come se possedessero uno scudo protettivo invisibile che riduce l'intensità di specifici tipi di attacchi.

Nel contesto delle meccaniche di gioco, ciò significa che opporre resistenza può spesso essere la linea sottile tra la sconfitta e la vittoria. Tuttavia, ricorda che questo meccanismo riguarda solo il tipo specifico di danno a cui sei resistente e non altri.

Sfruttare una buona comprensione delle resistenze non solo garantisce longevità ai tuoi personaggi, ma arricchisce anche la tua esperienza complessiva nel mistico mondo di D&D 5E.

Esamina le tue razze e classi quando crei i personaggi, poiché potenzialmente portano resistenze innate che potrebbero diventare salvavita in situazioni terribili.

Qual è la differenza tra resistenza e immunità in D&D?

Mentre esplori i terreni magici di D&D 5E, ti imbatterai in due strategie chiave di sopravvivenza: resistenza e immunità. Sebbene possano sembrare simili in superficie, funzionano in modo molto diverso durante il gioco.

Immaginate la resistenza come uno scudo protettivo che riduce i danni della metà, mentre l’immunità è una potente barriera che annulla completamente il danno.

Quindi, se il tuo personaggio è immune ai danni da fuoco, invece di dimezzarlo come con la resistenza, il personaggio eviterebbe completamente tutti i danni da fuoco, senza subire alcun danno anche se avvolto dalle fiamme draconiane! È come avere un campo di forza indistruttibile che annulla tipi specifici di danno.

Le resistenze sono comuni in D&D 5E, fornite da determinate razze o classi o concesse tramite incantesimi e oggetti magici. Le immunità, d'altra parte, sono spesso legate a creature o classi specifiche e sono più difficili da acquisire.

Comprendere queste due meccaniche di base offre un vantaggio nella gestione efficiente degli attacchi, rendendo la tua strategia di gioco più potente che mai.

Conoscere a fondo i tuoi punti di forza significherebbe sapere quando puoi sostenere il tuo scudo (usa la resistenza) e quando camminare indenne (usa l'immunità).

Leggi anche: Come calcolare i punti ferita 5E in D&D? [Comprendi la tua salute]

Come funziona la resistenza in D&D 5E?

Nel vasto universo di D&D 5E, la resistenza funziona come una protezione efficace, riduce i danni e aiuta a sopravvivere. In sostanza, la resistenza è come indossare un’armatura su misura che ti protegge parzialmente da specifici tipi di danno.

Come funziona la resistenza in D&D 5E?

Quindi ecco in breve come funziona: supponiamo che il tuo personaggio abbia una resistenza ai danni da fuoco.

Quando incontri un nemico che ti lancia un incantesimo infuocato, questa resistenza riduce della metà il danno inflitto, ma solo per quel particolare tipo di fuoco.

Se il tuo nemico cambia equipaggiamento e attacca invece con danni da gelo, la tua resistenza non entrerà in gioco a meno che tu non abbia anche resistenza al freddo.

Riassumendo in una comprensione globale: ogni tipo di danno ha la sua resistenza corrispondente.

Se il tuo personaggio possiede un tipo particolare o più tipi di resistenze, dimezza qualsiasi danno inflitto corrispondente a quei tipi.

Avere resistenza al freddo e al fuoco significa che subisci 50% meno danni da freddo e fuoco ma importi interi da tutti gli altri tipi.

Pertanto, la strategia sulla tua resistenza può rivelarsi la carta d'oro durante battaglie intense o incontri mortali.

Controllare quali resistenze innate possiedono i tuoi personaggi fin dalla fase di creazione della razza o della classe può aprire la strada a vantaggi tattici e spesso darti un vantaggio contro i nemici con attacchi dannosi corrispondenti.

Quali razze hanno resistenze in D&D?

Il ruolo della resistenza diventa più evidente quando ti immergi nelle radici del tuo personaggio: la sua razza.

Quali razze hanno resistenze in D&D?

In D&D 5E, alcune razze sono dotate di armature con resistenza ai danni intrinseca. Conoscerli può modellare le tue strategie e il processo decisionale durante il gioco.

Nani

Conosciuti per la loro resistenza e robustezza, i Nani possiedono resistenza ai danni da veleno. È una caratteristica desiderabile considerando la frequenza con cui il veleno viene utilizzato nelle trappole o dalle creature nel corso di numerose campagne.

Ottengono un vantaggio nei tiri salvezza contro il veleno, il che aggiunge un ulteriore livello di immunità.

Rinato

La stranamente bella Reborn è sinonimo di resistenza. Sono a conoscenza di resistenze distinte da molti altri perché possiedono uno dei tratti più straordinari: non hanno bisogno di mangiare, bere, dormire o respirare. Ciò li rende immuni a condizioni come l’esaurimento dovuto alla sua mancanza.

Forgiato

I forgiati sono costrutti affascinanti che si trovano a cavallo del confine tra organismo e macchina.

Possiedono una resistenza innata ai danni da veleno e sono immuni alle malattie; non hanno bisogno di mangiare né respirare, grazie alla loro costituzione. Warforged rappresenta una figura intimidatoria armata di questi vantaggi meccanici.

Sangue di Drago Verde

Il Sangue di Drago Verde emerge come una forza della natura da non sottovalutare.

Questi esseri portano un vantaggio unico: la resistenza ai danni da veleno, una caratteristica tramandata dalla loro eredità draconica associata ai draghi verdi noti per le armi a soffio tossiche.

Yuan-Ti

I personaggi Yuan-Ti sono l'incarnazione della forza d'animo derivata dai loro antenati serpentini. Offrono resistenza alla magia grazie alla "resistenza magica", dando loro un vantaggio sui tiri salvezza contro incantesimi e altri effetti magici.

Catturata all'interno del loro lignaggio c'è anche l'immunità contro i danni da veleno.

Halfling robusti

Nonostante la loro piccola statura, non lasciarti ingannare dagli Halfling robusti. Possiedono tratti di resistenza simili a quelli dei Nani, cioè resistenza ai danni da veleno. Questa caratteristica, insieme alla loro abilità, spesso fornisce una rete di sicurezza inaspettata durante gli incontri vulnerabili.

Per saperne di più: Come giocare a Dungeons And Dragons per principianti? [Guida passo passo]

Qual è la resistenza più comune in DND 5e?

Man mano che ti immergi più profondamente nel mondo di DND 5E, diventa evidente quanto possano essere diverse le resistenze.

Alcuni di essi sono più comuni di altri e possono fornire un vantaggio in più alla tua strategia di combattimento. Comprendere questi tipi di danni può rendere chiunque un formidabile avversario nel regno DND.

  • Tuono: La resistenza all'impedenza del tuono è piuttosto prevalente in DND 5E. Spesso associata a tempeste e rumori forti, avere questa resistenza può rivelarsi vantaggiosa contro i nemici con incantesimi o abilità legate al tuono.
  • Necrotico: Il danno necrotico è collegato al potere della morte e della magia risucchiante la vita, rendendo la resistenza necrotica un vantaggio contro gli stregoni oscuri o le creature non morte.
  • Acido: Il danno da acido deriva da sostanze corrosive che distruggono la salute del tuo personaggio. L'attrezzatura o i materiali giusti possono spesso garantire resistenza agli acidi.
  • Fulmine: Dato l’uso frequente di attacchi basati sui fulmini da parte dei nemici, come draghi blu e maghi della tempesta, avere resistenza ai fulmini potrebbe significare salvare la pelle più volte.
  • Freddo: La resistenza al freddo aiuta a ridurre i danni derivanti dagli attacchi di congelamento: pensa ai frammenti di ghiaccio di un drago bianco o all'incantesimo di gelo di un mago del ghiaccio. È sicuramente utile quando si entra in ambienti freddi o si affrontano nemici ghiacciati.
  • Fuoco: La resistenza al fuoco ti protegge dalla metà dei danni da fuoco, proteggendoti da tutto, dalle frecce infuocate al soffio del drago.
  • Attacchi non magici: La resistenza agli attacchi non magici è in qualche modo autoesplicativa: riduce l’impatto di qualsiasi arma non magica usata contro di te.
  • Veleno: Infine, la resistenza al veleno fornisce uno scudo contro i morsi di bestie velenose e gli effetti degli incantesimi tossici che colpiscono il tuo personaggio.

Anche se queste resistenze sono comuni, sono guidate dal contesto: la loro importanza varia a seconda degli incontri, delle campagne, dello stile di gioco e così via.

Padroneggiarli implica un mix di creazione intelligente del personaggio, decisioni strategiche di gioco e un pizzico di fortuna sul tuo D20.

Esplora di più: Come calcolare la classe di armatura 5E? [Passaggi dettagliati ed esempi]

Domande frequenti su "Qual è la resistenza più comune in D&D 5E?"

Che ruolo gioca la resistenza nel gameplay di D&D 5E?*

La resistenza aiuta a ridurre della metà i danni che il tuo personaggio riceve da specifici tipi di attacchi, rendendola uno strumento di sopravvivenza essenziale nel gioco.

Un personaggio può essere resistente a tutti i tipi di danno?

No, i personaggi solitamente sono resistenti a specifici tipi di danno, non a tutti. Questa resistenza dipende dalla razza, dalla classe o da alcuni oggetti magici.

Esiste una distinzione tra resistenza e immunità in D&D 5E?

Sì, mentre la resistenza dimezza il danno di un tipo specifico, l'immunità lo annulla completamente.

Se il mio personaggio è resistente ai danni da fuoco, subirà sempre la metà dei danni dagli attacchi basati sul fuoco?

Sì, se il tuo personaggio è resistente ai danni da fuoco, riceverà sempre la metà dell'importo specificato da qualsiasi attacco basato sul fuoco.

La resistenza influenza il lancio degli incantesimi in D&D 5E?

Sì, se un avversario ha resistenza al tipo di danno inflitto dal tuo incantesimo, la potenza del tuo incantesimo potrebbe essere notevolmente ridotta.

Autore

  • Ashish Arya

    Sono un appassionato di tecnologia e un giocatore per tutta la vita, originario della bellissima città di Chandigarh. Le mie passioni spaziano dall'immergermi in mondi come GTA V, COD, SIMS, Roblox e Minecraft all'esplorazione delle ultime innovazioni in fatto di laptop e tecnologia. Armato di una laurea in applicazioni informatiche, adoro condividere le mie intuizioni scrivendo e interagendo con altri appassionati. Unisciti a me nel mio viaggio attraverso i regni in continua evoluzione del gioco e della tecnologia!